Un sindaco gaio, il Pride comincia qui (Luigi Mistrulu, Il Manifesto)

Un anno fa Marino, appena eletto, non se la sentì di sfidare quella parte di elettorato cattolico benpensante e un pò omofobico che pure lo aveva sostenuto, e disertò un appuntamento mondiale in difesa dei diritti civili universali. Oggi ci hanno messo la faccia e pure i corpi. Diciassette per l'esattezza. L'effetto dei quindici presidenti di municipio con le loro fasce giallorosse, incordonati al sindaco Ignazio Marino e al suo vice Luigi Nieri in apertura della parata, tra le bandiere sventolanti degli atei dell'Uaar e del Circolo Mario Mieli, vale tutto il Pride. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook