Non sono questioni minori (Carlo Lania, Il Manifesto)

Quella dei bambini migranti che viaggiano da soli è una novità degli sbarchi di quest'anno, almeno per il gran numeri di arrivi. Partono da soli sperando di poter raggiungere i parenti che già si trovano in Europa, o vengono caricati sui barconi dalle famiglie che così sperano di salvarli dalle guerre che devastano i loro Paesi e di garantire loro, forse, un futuro altrimenti impossibile. Sfruttando a volte anche il fatto che far viaggiare un minore costa meno di un adulto. ...
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook