×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Strage di Srebrenica, svolta all’Aja: “Anche l’Olanda è responsabile”

Etichettato sotto

La Stampa
16 07 2014

La Corte di giustizia riconosce il ruolo dei caschi blu nel massacro dei musulmani nel luglio del 1995. A sollevare il caso i famigliari delle vittime


La giustizia dell’Aja riconosce l’Olanda civilmente responsabile per la morte di centinaia di musulmani a Srebrenica. Per il giudice «lo Stato è responsabile della perdita subita dai familiari dei deportati dai serbi di Bosnia dal Dutchbat a Potocari nel pomeriggio del 13 luglio 1995» perché i caschi blu avrebbero dovuto proteggerli.

I parenti delle vittime hanno intentato una causa contro i peacekepers olandesi accusandoli di non avere protetto oltre 8mila uomini e ragazzi musulmani, barbaramente uccisi durante il conflitto in Bosnia.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook