Stampa questa pagina

Nella testa delle madri che uccidono i loro figli

medea uccide i propri figliQuando una mamma uccide un figlio genera la riprovazione generale senza riserve. Se poi si ostina a negare il fatto, nonostante le prove contrarie nelle mani degli inquirenti, la riprovazione non ha più attenuanti. Qui non vogliamo discutere se Veronica Panarello ha ucciso o meno il suo piccolo Loris, ma capire, perché fatti del genere possono accadere, e perché, una volta accaduti, ci si ostina a negarli.
Umberto Galimberti, La Repubblica ...
Devi effettuare il login per inviare commenti