"D'ogni dove chiusi si sta male". Incontro con l'arte ir-ritata

Arte ir-ritataGiovedì 10 dicembre, ore 18.00
Spin Time Labs
Via S. Croce in Gerusalemme, 59
Presentano: Nicola Valentino e Cloe Curcio
Alcun* attori e attrici leggeranno testi di arte irritata

Sensibili alle foglie ha costituito fin dalle sue origini, un ambito di ricerca che si adopera per la raccolta e la valorizzazione culturale di linguaggi espressivi, che vanno dal disegno, al dipinto, dal frammento poetico, alla scrittura autobiografica, autonomamente prodotti da persone costrette in condizioni di reclusione: il carcere, una istituzione psichiatrica, un centro per migranti; oppure imprigionate nelle più diverse situazioni di malessere della vita quotidiana.

Queste opere vengono guardate come forme espressive ir-ritate, perché portano le persone che le creano fuori dai rituali afflittivi in cui sono costrette, costituendo, sia per l’autore che per la società intera, una risorsa vitale.

Durante l’incontro entreremo in contatto con alcune di queste forme espressive e con il sogno, che Sensibili alle foglie ha, di creare una Casa dell’arte ir-ritata, per rendere stabilmente visibile e attraversabile questo mondo di persone che, pur creando spesso in solitudine, nel loro insieme fanno saltare agli occhi la possibilità sociale di una comunità immaginante.



Sensibili alle foglie e SPIN TIME LABS hanno creato questo incontro di avvicinamento ad una forma di arte alla portata di tutti, nell’idea che la rigenerazione urbana che Spin Time promuove, giochi piacevolmente con la visione dell’arte proposta da Sebastiano Tafuri, un autore recluso in manicomio giudiziario: “l’Arte è l’attività del pensiero creativo capace di rinnovare la Dimensione del Pianeta Vivente ed infondere speranza”.

Altro in questa categoria: Oltre gli aiuti allo sviluppo »
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook