Roma, i lavoratori licenziati iniziano l'autogestione del canile

Pubblicato in Il Comunicato
Letto 3671 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Lavoratori canile MuratellaLavoratori e Lavoratrici dei Canili Comunali
1 maggio 2016

Pubblichiamo il comunicato con cui i lavoratori e le lavoratrici dei Canili Comunali di Roma, appena licenziati, annunciano l'inizio dell'autogestione della struttura.

Incredibile al Canile. Il nuovo gestore Paolo Tarantino dell'Impronta si presenta alle 7:20 di mattina con 10 volontari pretendendo di accudire 600 cani e 50 gatti, rendendosi conto che non poteva gestire alcunché con 10 volontarie sprovvedute, ha offerto tramite il suo avvocato, neanche fossimo nell'Ottocento, 30 posti di lavoro giornalieri come neanche nel peggior caporalato. A quel punto gli operatori si sono ripresi il loro lavoro e hanno mantenuto la loro promessa di non abbandonare gli animali.

Oggi abbiamo dimostrato che le scelte dell'amministrazione si sono mostrate inadeguate ed hanno messo in pericolo la vita degli animali. Di fronte all'interruzione di pubblico servizio abbiamo ripristinato la legittimità di un servizio fondamentale per la città. Il canile comunale e i suoi operatori sono una ricchezza per Roma che va valorizzata e non cancellata.

Da domani garantiremo in piena autogestione il servizio nella sua totalità come da 15 anni a questa parte. Chiediamo che siano ripristinate condizioni che tutelino posti di lavoro e benessere animale. Diamo appuntamento anche per domani dalle 7 perché saremo ancora qui a difendere i cani, i gatti e i nostri posti di lavoro.

Adotta un cane, salva un lavoratore!

Per resistere un minuto più di loro!

Canile Comunale Autogestito

Ultima modifica il Lunedì, 02 Maggio 2016 08:34
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook