SINTOMI DELL'INFARTO UGUALI PER UOMINI E DONNE

La stampa.it
 27/10/2009


 Al contrario di quanto comunemente creduto, sintomi simili per uomo e donna

Il credo comune, ancora oggi, è che per diagnosticare un attacco di cuore in uomini o donne si debbano valutare sintomi diversi, invece, a quanto pare, non è del tutto così.
Secondo un recente studio, infatti, i sintomi da infarto sono molto più simili di quanto ritenuto.

Ricercatori canadesi, coordinati dalla dr.ssa Martha Mackay del Canadian Institutes of Health Research (CIHR), hanno esaminato 305 pazienti sottoposti ad angioplastica, che provoca sintomi simili a un attacco di cuore, e non hanno trovato differenze di sesso nei livelli di disagio al torace o altri "tipici" sintomi come fastidi al braccio, mancanza di respiro, sudorazione, nausea, sensazione come da indigestione e pelle appiccicosa.
L'unica differenza evidente che è stata rilevata è che nelle donne si accentuavano maggiormente sintomi legati a fastidi alla mascella, alla gola e al collo. Tuttavia, per entrambi i sessi, spesso capita che i sintomi siano differenti da persona a persona, fanno notare i ricercatori.
Ritenere che donne e uomini abbiano necessariamente sintomi differenti potrebbe avere origine in una cattiva comunicazione, ovvero a uno sfalsato rendiconto dei sintomi accusati dal paziente, specialmente quando questo si presenta al pronto soccorso e qui vengono raccolti i dati in modo molto rapido, spesso suggerito, ipotizzano i ricercatori.
Ecco così che la dr.ssa Mackay consiglia, in particolare alle donne, di raccontare tutti i sintomi che hanno provato e non solo quelli che vengono suggeriti dal personale medico o paramedico.
Questo è molto importante per avere un chiara visione di quanto accade in caso di attacco cardiaco, visto anche che le donne che muoiono a seguito di questo sono il 16% in più degli uomini secondo il CIHR.
(lm&sdp)

Source: i risultati dello studio sono presentati al Canadian Cardiovascular Congress 2009 in corso dal 24 al 28 ottobre a Montreal e organizzato in collaborazione con la Heart and Stroke Foundation e la Canadian Cardiovascular Society. 

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?ID_blog=26&ID_articolo=1299&ID_sezione=566&sezione=Ricerca

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook