IL MANIFESTO


Patrizio Gonnella, Il Manifesto

24 ottobre 2019

Uno Stato forte, autorevole, autenticamente democratico non può tollerare una pena eliminativa. L’ergastolo ostativo, ossia l’ergastolo senza alcuna prospettiva di rilascio, è infatti una pena di tipo eliminativo. Cancella una persona dalla società vera, libera, per sempre. Non è in questo senso troppo diversa dalla pena di morte.

La "disforia" dell’identità sessuale


Sarantis Thanopulos, Il Manifesto

13 luglio 2019

La concezione dell’identità sessuale come combinazione tra anatomia e cultura, estromette l’essenziale: il legame tra psiche e corpo, la materia pulsionale del gesto erotico che nessuna tavola anatomica può catturare ed è l’oggetto reale del condizionamento culturale.

Nel caleidoscopio del rancore


Donatella Di Cesare, Il Manifesto

6 luglio 2019

Per capire la complessa gravità di quel che sta avvenendo in Italia occorre – per usare una famosa espressione di Walter Benjamin – passarne la storia recente a contropelo. Ed è proprio quel che fa Christian Raimo in un libro meditato e coraggioso (Contro l’identità italiana, Einaudi, pp. 144, euro 12) che prova finalmente a decostruire radicati tabù e a sfidare interdizioni quasi sacre.


Giansandro Merli, Il Manifesto

20 giugno 2019

Ci sono le chiacchiere e poi ci sono i numeri. Come quelli resi pubblici dall’Alto commissariato delle nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) nel rapporto Global Trends 2018: una mappatura globale dei flussi di uomini, donne e bambini costretti ad abbandonare i luoghi di origine, presentata ogni anno alla vigilia della giornata mondiale del rifugiato.

Le Azzurre ai mondiali


Pasquale Coccia, Il Manifesto

1 giugno 2019

La nazionale italiana femminile di calcio non partecipa ai mondiali da venti anni e nel nostro paese nessuno se n’è accorto. Quando due anni fa, il sogno della nazionale azzurra maschile si infranse contro la Svezia, per la mancata qualificazione ai mondiali di Russia 2018, vi fu un dramma nazional-popolare e l’Italia divenne un unico Bar Sport.

Origone e il taglia e incolla da Genova 2001


Lorenzo Guadagnucci, Il Manifesto

26 maggio 2019

Con una semplice operazione di taglia e incolla potremmo prendere le sequenze del pestaggio inflitto a Genova al giornalista di Repubblica Stefano Origone e inserirle in uno dei tanti documentari sul G8 di Genova 2001.


Sarantis Thanopulos, Il Manifesto

13 aprile 2019

Nonostante il moltiplicarsi di festival, rassegne, saloni del libro e il loro successo di pubblico, si registra nel nostro paese "un netto arretramento in termini di copie di libri (e di giornali) vendute, di chiusura mentale, di banalizzazione, semplificazione dei problemi".

La giustizia vale più dello spirito di corpo


Patrizio Gonnella, Il Manifesto

9 aprile 2019

La legalità costituzionale, che comprende in sé il diritto all'inviolabilità della propria integrità psico-fisica e dunque il diritto a non essere maltrattati e torturati, non si ferma sulla soglia di una caserma dei carabinieri.

Torre Maura peggio dell'Alabama


Alessandro Portelli, Il Manifesto

4 aprile 2019

A costo di ripetermi: era meglio l'Alabama. Quello che è successo a Torre Maura in questi giorni, coagulo massiccio di infiniti episodi sparpagliati in tutta Italia, è una specie di pogrom verso un popolo su cui già è stata sperimentata la "soluzione finale". La distruzione del cibo destinato a famiglie e bambini Rom – "dovete morire di fame" – non è solo un gesto simbolico ma anche un passo concreto verso la loro estinzione.


Benedetto Vecchi, Il Manifesto

27 marzo 2019

La nuova direttiva sul copyright approvata ieri a Strasburgo dal Parlamento europeo è stata riscritta più volte. I punti dirimenti che hanno portato a modificare le varie bozze sono tre. Il primo riguarda il diritto degli editori a contrattare la remunerazione dei loro prodotti editoriali con le imprese della Rete, obbligando queste ultime a trovare un accordo commerciale. È l’articolo 11, che è stato più volte riscritto.

facebook