Il governo chiude il centro per minori vittime di abusi

  • Mercoledì, 03 Dicembre 2014 10:15 ,
  • Pubblicato in L'Articolo
Marco Sarti, Linkiesta
2 dicembre 2014

"Ho parlato con tutti, il dipartimento delle Pari Opportunità, i parlamentari della bicamerale per l'Infanzia, il garante. Ognuno dice che la situazione è inaccettabile, mi danno ragione, ma poi nessuno fa niente. In Italia succede sempre così". Dopo l'incredulità, arriva la rabbia. Il professor Ugo Sabatello ormai si è quasi rassegnato.

Le donne del Darfur e la giornata contro la violenza

Sconvolgente stupro di massa in un villaggio della regione sudanese... Sono moltissime le donne per le quali le giornate internazionali istituite per combattere la violenza di genere rimangono solo un vuoto promemoria. E forse nel Darfur nessuno, o quasi, ha mai sentito parlare della giornata contro la violenza sulle donne che si celebra oggi con incontri di studio o sessioni a livello internazionale.
Osservatore Romano ...

Una su tre subisce aggressioni. In Italia quasi 200 omicidi all'anno. Celebrata la giornata mondiale contro un fenomeno in crescita... Gli stereotipi e i luoghi comuni fanno più danni di un pugno. Un italiano su tre ritiene che la violenza domestica sia un fatto privato.
Angela Padrone, Il Messaggero ...
Per i social network e i media Usa la sagoma di uno sconosciuto di fronte ai mezzi di polizia è ora il simbolo dell'impotenza di fronte a un potere troppo grande e sordo [...] di tutti coloro che nel mondo si sentono schiacciati da cingoli di una forza troppo grande e troppo sorda per poter ascoltare.
Vittorio Zucconi, La Repubblica ...

La Stampa
04 11 2014

Il numero è spaventoso: ogni anno negli Stati Uniti circa 100.000 bambini sono vittime di traffico a scopi sessuali. Venduti, in altre parole, al racket della prostituzione. La denuncia viene dalla ECPAT, un’organizzazione non profit dedicata alla lotta del traffico degli esseri umani.

Secondo il rapporto pubblicato da questo gruppo, le vittime in genere sono ragazze e ragazzi sotto i 18 anni d’età scappati di casa, homeless, oppure orfani, che vengono reclutati direttamente negli istituti che dovrebbero occuparsi di loro. Carol Smolenski, direttore esecutivo di ECPAT-USA, ha detto all’Huffington Post che uno sfruttatore le ha raccontato così il meccanismo: «Quando io li incontro, questi bambini sono stati stuprati così tante volte, che il mio compito è spiegare loro come potrebbero essere pagati per farlo». In altre parole, verrebbero comunque abusati: tanto vale che si convincano a subire le violenze in cambio di soldi.

In molti casi, sempre secondo il rapporto, le attività di sfruttamento avvengono nelle camere di alberghi che magari non sono complici, ma non fanno nemmeno alcuno sforzo per individuare e denunciare il traffico. Quindi ECPAT ha contattato diverse catene, come ad esempio la Hilton, affinché si mobilitino.

Il numero è sorprendente per gli Stati Uniti, e per l’ignoranza del fenomeno. Quando vengono interrogati sul traffico di esseri umani a scopi sessuali, infatti, gli americani rispondono che avviene in paesi remoti dell’Asia, del Sudamerica, o magari dell’Europa, ma non negli Usa. Questa mancanza di informazione contribuisce a nascondere il fenomeno, consentendo che continui indisturbato.

facebook