×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

"Tuteliamo la sua privacy". Viene lasciato morire da solo

  • Giovedì, 11 Dicembre 2014 09:34 ,
  • Pubblicato in Flash news

La Stampa
11 12 2014

La famiglia, David Paul, se l'era scelta: amici, colleghi, vicini di casa ed ex studenti che al professore inglese volevano bene come a un fratello, e che non lui avevano condiviso gli oltre trent'anni trascorsi in Sardegna. Una vita.

Ma tutto questo per la legge italiana non conta nulla. Per stare vicino a un malato in fin di vita, e per potergli dare l'ultimo saluto, bisogna avere legami di sangue. O di matrimonio. Altrimenti - dicono i codici - si viola la privacy. ...

Querele fra fratelli per accaparrarsi eredità inesistenti. Liti temerarie nate per scoraggiare i creditori, e cause condominiali per ottenere rimborsi da 1,60 euro. Tutte azioni legali promosse con un unico scopo: dare fastidio, arrecare un danno. È lo stalking giudiziario, vizio del sistema giuridico che nasce soprattutto in ambito civile e sempre più spesso finisce nelle aule penali. 
Franco Vanni, la Repubblica ...

Sulcis, la protesta delle minatrici

  • Venerdì, 28 Novembre 2014 14:46 ,
  • Pubblicato in Flash news

l'Espresso
28 11 2014

Le minatrici dell'Igea occupano la galleria Villamarina

Nuova clamorosa protesta dei lavoratori senza stipendio e senza prospettive

Nuova clamorosa azione dei dipendenti dell'Igea, ancora senza stipendo e senza prospettive per il futuro. Dopo le tensioni di ieri sono state le minatrici stavolta a prendere l'iniziativa. All'alba una ventina di lavoratrici hanno raggiunto la miniera di Monteponi e hanno occupato, asserragliandosi all'interno, la galleria Villamarina.

La protesta è da legare alle mancate risposte dell'amministrazione regionale e del Commissario liquidatore. Quest'ultimo, che aveva preannunciato un incontro per ieri sera, non ha confermato l'appuntamento, che è quindi saltato. L' assessore regionale all'indistria ha invece fissato un incontro per il prossimo 2 dicembre.

«La situazione è sempre più insostenibile _ ha ommentato Giampaolo Delrio della Filct-CGIL _ In queste condizioni diventano normali le azioni clamorose di protesta».

Tamara Peddis

La Grande Tristezza

Degrado di RomaChe Grande Tristezza è diventata Roma. Una città che sta seppellendo se stessa. Sì, sì, la storia. L'arte. La bellezza. Ma la sua vera immagine sta da un'altra parte. Prendete i vigili. Scusate: la polizia di Roma Capitale. Ma come fanno a dire che non si vedono mai in giro? Certo, a volte devi stare alzato fino a tardi la sera, come i bambini romani a gennaio con la speranza di incontrare la Befana. Turno di notte festivo domenica 23 e lunedì 24 novembre. Pagano di più, la notte.
Fabrizio Gatti, l'Espresso ...

Protesta anti-immigrati a Roma: ora arriva anche Borghezio

  • Giovedì, 13 Novembre 2014 12:37 ,
  • Pubblicato in Flash news

Globalist
13 11 2014

Alla "sporcizia" denunciata dai residenti si aggiungerà quella che fra poche ore porterà uno degli esponenti della Lega, più devoti alle manifestazioni anti-immigrati.

"Domani sarò a Roma per mostrare la mia diretta vicinanza nei confronti dei cittadini italiani che si sentono assediati nei loro quartieri, vessati da degrado, immigrazione clandestina, sporcizia e totale assenza di sicurezza.

Sono le parole di Mario Borghezio, eurodeputato della Lega Nord che ha annunciato di voler visitare la zona che negli ultimi due giorni ha visto i suoi residenti manifestare in strada (c'erano anziani, donne e bambini) la loro indignazione nei confronti del degrado e l'abbandono in cui versa l'intero quartiere di Tor Sapienza .

"La mattina mi recherò a Tor Sapienza, dove incontrerò gli abitanti del quartiere che difendono il loro sacrosanto diritto a vivere nella sicurezza e nella tranquillità, portando loro anche la solidarietà del segretario Matteo Salvini. Nel pomeriggio parteciperò ad una fiaccolata in zona Fidene Serpentara a sostegno dell'anziano massacrato da una gang probabilmente proveniente dall'est Europa; anche lì i cittadini denunciano lo stato totale di abbandono, tra degrado e scorribande degli abitanti dei vicini campi rom, da parte delle istituzioni. Per questo motivo ritengo fondamentale partecipare".

Alla "sporcizia" denunciata dai residenti di via Giorgio Morandi quindi si aggiunge quella che fra poche ore porterà uno degli esponenti della Lega, più devoti alle manifestazioni anti-immigrati. I cittadini, che appena ieri avevano chiesto di non essere soggetti a strumentalizzazioni politiche, si troveranno in casa un politico che sulla provocazione e la xenofobia ci ha costruito un'intera carriera.

Tor Sapienza ha infatti precisato nei giorni scorsi che non è razzista. Ma che "un'eccessiva concentrazione di centri per assistenza migranti e richiedenti asilo accompagnati da due campi Rom di cui uno 'tollerato' e un altro completamente abusivo" sono oramai ingestibili.

Ecco perché chiedono l'intervento di Roma Capitale. Vorrebbero che la classe politica locale prendesse coscienza della gestione totalmente deficitaria di tutte le periferie romane nell'ultimo decennio e si assumesse le proprie responsabilità. Ecco perché l'arrivo della Lega nord, che su Roma ladrona ha riempito innumerevoli manifesti elettorali, e soprattutto di uno dei più vergognosi e xenofobi eurodeputati che il vecchio continente abbia mai ospitato a Bruxelles, potrebbe risultare nociva e controproducente.

facebook