Don Giacomo Ruggeri: un anno fa le parole, oggi i fatti

  • Martedì, 24 Luglio 2012 13:36 ,
  • Pubblicato in Lettere
di Maddalena Robustelli
24 luglio 2012

E’ già trascorso un anno da quando scrissi e pubblicai su Noi donne “Lettera aperta alla Diocesi di Fano”, in occasione di un brutto episodio di violenza sessuale perpetrato da due adolescenti ai danni di una loro coetanea. In tale articolo rivolsi parole ferme e risolute nei riguardi del portavoce del vescovo Trasarti, don Giacomo Ruggeri, che aveva attribuito le ragioni degli stupri al modo di abbigliarsi delle donne ed alla mancata vigilanza dei genitori sulle loro figlie, mostrando quel malcelato senso di condanna che cala come una scure sulla vittima di violenza sessuata.

FRONTIERA USA-MESSICO, SI PAGA CON LO STUPRO

  • Domenica, 04 Dicembre 2011 09:19 ,
  • Pubblicato in REPUBBLICA
di Valeria Fraschetti, Repubblica
2 dicembre 2011

Le iniezioni anticoncezionali per difendersi.
Il dramma delle migliaia di donne del Centro-America che ogni anno attraversano i 5.000 chilometri di territorio messicano prima della frontiera con gli Stati Uniti. Una terra di nessuno governata da crudeltà e maltrattamenti, banditi, trafficanti e poliziotti senza scrupoli, che sottopongono ad ogni sorta di abuso i migranti. Specie le donne. "Impossibile convincere uno stupratore ad indossare il preservativo".

La turista e la violenza subita

  • Venerdì, 13 Luglio 2012 13:24 ,
  • Pubblicato in La Denuncia
di Paolo Brogi
13 luglio 2012

La Procura spazza via le ricostruzioni di comodo. Pessima figura dei cronisti

E per fortuna c’è una Procura della Repubblica presieduta da Pignatone. Per ore ed ore a Roma c’è chi, Campidoglio in prima persona, ha voluto risolvere la violenza sessuale ai danni della giovane ragazza australiana come la conseguenza quasi ovvia di un rapporto consenziente.
di Lea Melandri, Corriere della Sera
7 gennaio 2012

Ma quello che desta più stupore è che il rapporto tra i sessi, nelle sue implicazioni private e pubbliche, nella drammatica ambiguità di un dominio innestato con le vicende più intime degli esseri umani, ancora resti sbarrato dietro le porte di casa, esaltato nell'immaginazione - come ha scritto Virginia Woolf - e storicamente insignificante.
» Leggi tutto

 

GUARDARE LA LUNA, E ANCHE IL DITO

  • Lunedì, 06 Febbraio 2012 09:37 ,
  • Pubblicato in Il Commento
di Loredana Lipperini, Lipperatura
6 febbraio 2012

Non è questione di indicare la luna e di guardare il dito. E’ che dito e luna, come direbbe Alejandro Jodorowsky, appartengono a due mondi diversi. In questo caso, allo stesso mondo, guardato da due diversi punti di vista. Non è una storia zen, è una storia di informazione, di media e di spiazzamenti.

facebook

Zeroviolenza è un progetto di informazione indipendente che legge le dinamiche sociali ed economiche attraverso la relazione tra uomini e donne e tra generazioni differenti.

leggi di più

 Creative Commons // Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Gli articoli contenuti in questo sito, qualora non diversamente specificato, sono sotto la licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0)