"Dietro le sbarre ci sentiamo più al sicuro" (Elisabetta Rosaspina, Sette - Corriere della Sera)

Sedute sui tappeti le donne si ammassano lungo una striscia di ombra, tra sporte piene di vestiti e viveri: è giorno di colloqui. Nulla divide le visitatrici dalle carcerate.
Leggi
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook