×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 404

Carceri: Severino, resta ancora tanto da fare su misure alternative

Letto 2256 volte
Etichettato sotto
Asca
27 12 2012

''Nonostante le riforme fatte e gli sviluppi del piano carceri ancora molto rimane da fare sulle misure alternative alla detenzione e sul finanziamento del lavoro in carcere''. Lo scrive il ministro della Giustizia, Paola Severino, in un intervento sul quotidiano ''Il Messaggero'' dal titolo ''Questo Natale nell'umanita' dolente delle carceri'' in cui racconta due incontri avuti con gli agenti di Polizia penitenziaria e con le detenute e i detenuti di Regina Coelia e Rebibbia, durante le vacanze di Natale.

Il ministro parla dei due progetti che ancora non sono stati realizzati: ''Due interventi - dice - che finalmente vedrebbero il carcere come 'extrema ratio' e che consentirebbero un vero reinserimento sociale, con bassissima recidiva, ma che sono naufragati per irragionevoli contrapposizioni politiche e per logiche di spartizione di fondi che nulla hanno a che vedere con una equa distribuzione di pubbliche risorse''.

Il Guardasigilli parla della realta' carceraria, un mondo di ''eroi silenziosi'' che si occupano dei detenuti anche durante le feste natalizie rilevando che i problemi del carcere e del sovraffollamento '' attengono alla dignita' dell'uomo e potranno veramente essere affrontati e risolti solo attraverso una condivisa consapevolezza''.
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook