Dà fuoco a sé e alla compagna

Etichettato sotto
Repubblica.it
14 01 2013

Tentato omicidio-suicidio nel pescarese

Dramma della gelosia a Montesilvano: un 68enne cosparge il suo corpo e quello della sua convivente 65enne con del liquido infiammabile per poi appiccare il fuoco mentre si trovavano in ascensore. Ricoverati in gravissime condizioni.

PESCARA - Cosparge il suo corpo e quello della sua compagna di benzina e appicca il fuoco. Un uomo di 68 anni, probabilmente per questioni di gelosia, ha tentato il suicidio e l'omicidio della sua convivente 65enne la scorsa notte a Montesilvano, in provincia di Pescara. I due sono in condizioni gravissime: lui è ricoverato all'ospedale di Pescara e lei al Centro grandi ustioni di Roma.

L'episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte in via Garonna. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, l'uomo - in passato era stato denunciato dalla compagna per atti persecutori - avrebbe prima minacciato la donna con un coltello e poi utilizzato il liquido infiammabile mentre erano in ascensore. Le fiamme hanno provocato una deflagrazione che ha divelto le porte dell'ascensore. Ad allertare i soccorsi sono stati gli inquilini della palazzina, evacuata dai vigili del fuoco, che al loro arrivo hanno trovato i corpi semicarbonizzati ma ancora vivi. Soccorsi dal 118, hanno riportato ustioni di terzo grado su oltre il 50 per cento del corpo. Del caso si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Montesilvano, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, che stanno cercando di ricostruire l'accaduto.
 
Già in passato ci sarebbero state altre discussioni tra i due tant'è che il 10 dicembre la donna aveva denunciato il 68enne che è indagato per violenza sessuale e atti persecutori. Tra l'altro, sempre in passato, l'uomo avrebbe anche tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene, ma lei lo avrebbe salvato chiamando.

Non è ancora chiaro il motivo della discussione della scorsa notte, ma la dicono lunga la bottiglietta bruciata e il coltello da cucina che i carabinieri hanno trovato nell'ascensore.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook