Storia di ordinario bullismo

Letto 2566 volte
Etichettato sotto
Vita da streghe
08 04 2013

Ieri, mentre aspettiamo che ci facciano il conto, assistiamo a una scena indegna. Due uomini seduti al bancone di un noto locale della nostra città attendono che il titolare del ristorante ultimi il loro take away.

Bevono birra e iniziano a fare battute a sfondo sessuale alla cameriera che in palese disagio sorride comunque ai clienti.
Dopo aver preso di mira la giovane cameriera passano a insultare, perché questo hanno fatto, il titolare del ristorante.

Lo deridono perché non parla bene l'italiano e il disgustoso siparietto si conclude con questa frase a cui per fortuna il titolare non risponde con indifferenza ma palese fastidio: "Guardalo com'è delicato ad arrotolare il riso... come un culattone arrotola. Ridi culattone, ridi".

Ecco, questa è una breve storia di ordinario razzismo, maschilismo e omofobia nel nord Italia.
Perché le tre cose sono tre facce della stessa ignoranza e vanno combattute insieme. Personalmente diffido sempre di chi ne sottovaluta una rispetto all'altra.
Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook