×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 407

Lo scandalo degli abusi sui bambini in Galles

Letto 1366 volte
Etichettato sotto
Giornalettismo
08 07 2013

di Maghdi Abo Abia

Uno studio condotto negli anni '90 ha dimostrato casi di violenza diffusa nella contea di Clwyd senza che le autorità abbiano reagito

Il Telegraph ci parla di abusi su minore condotti all’interno del sistema di cura e sostegno per minori del Galles del Nord tra anni ’70 ed ’80. Il report che testimonia tali violenze è stato scritto nel 1996 ma venne “coperto” dalle autorità della contea di Clwyd perché gli assicuratori avevano paura dei risarcimenti.

ABUSI DIFFUSI - Il report è però stato pubblicato recentemente ed ha dimostrato come vi sia stata una scarsa risposta da parte delle autorità per quanto riguarda le accuse di abusi ed un conflitto d’interessi tra la salvaguardia delle professionalità e la protezione dei bambini e dei giovani. Eppure è stato dato per certo che l’abuso di bambini e giovani nell’area di Clwyd sia stato massiccio e sia durato vari anni. Il report, scritto dall’ex direttore dei servizi sociali del Derbyshire John Jillings, ha visto anche la reprimenda dell’uomo e dell’ufficio della salute gallese nei confronti dei soggetti coinvolti.
 
IL CASO DELLA BRYN ESTYN - Le accuse si sono concentrate sugli abusi compiuti all’interno della “Bryn Estyn children’s home” a Wrexham e che ha portato alla condanna di sette impiegati da parte della polizia del Galles del Nord nel 1991. Il report ha confermato anche casi di abusi comparsi poi in tribunale. La portata delle accuse è stata tale che i casi registrati alla fine furono 3755, con 24 vittime identificate, molte delle quali disturbate da quanto accaduto. Ora però è necessario scoprire chi tra i vari soggetti sia stato veramente coinvolto in abusi. Il report prende di mira anche la polizia del Galles del Nord.

LE NEGLIGENZE DELLA POLIZIA - A quanto pare le autorità non hanno reagito in maniera opportuna allo scandalo che andava a crearsi negli istituti di cura dell’infanzia. La zona di Clwyd, peraltro, è al diciottesimo posto nella classifica dei quaranta distretti di polizia per quanto riguarda le violenze sessuali ai danni di minori. Di contro la risposta della polizia del Galles del Nord risulta inadeguata a quelle che sono le esigenze, dimostrando come vi siano stati solo cinque referenti segnalati nel 1994 contro una media nazionale di 68.19. Il report è stato pubblicato oggi con nomi oscurati. Altre inchieste hanno visto il coinvolgimento di 18 case di cura gallesi con 140 casi di violenza.


Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook