×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 407

Immigrati, Boldrini: non vengono a toglierci il lavoro

Letto 1796 volte
Etichettato sotto

Globalist
14 02 2014

Il presidente della Camera ammonisce chi "soffia sul fuoco per cercare facile consenso". Chi viene nel nostro paese è all'avanguardia, deve essere accolto.

In Italia "c'è stato e chi continua a esserci, purtroppo, chi ha deciso, magari per cercare un facile consenso, di soffiare sul fuoco e di presentare gli stranieri che arrivano" nel nostro Paese "come una minaccia alla sicurezza collettiva e perfino ai livelli di benessere sociale degli italiani". È uno dei passaggi dell'intervento della presidente della Camera, Laura Boldrini, all'apertura dell'anno accademico della scuola superiore di polizia.

"Vengono a toglierci il lavoro - ha esemplificato Boldrini per chiarire il concetto-: quante volte abbiamo sentito dire una sciocchezza del genere". Boldrini, che ha incentrato la sua prolusione sui due temi caldi dell'immigrazione e della violenza sulle donne, ha ricordato alla platea di allievi commissari e specializzandi che "chi rappresenta le istituzioni e la politica, chi è chiamato a prendere decisioni non deve giocare con le paure delle persone, ma deve al contrario mostrare il massimo di lucidità e di approccio razionale".

Boldrini ha inoltre stimolato la platea a considerare come i migranti siano persone "veramente contemporanee, noi non lo siamo: sono l'avanguardia del nostro futuro e sono più coraggiosi di noi, prendono il rischio di lasciare tutto".

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook