×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 415

Pianteremo un milione di ulivi - pronti a disobbedire al diktat della Ue

Letto 1795 volte
Etichettato sotto

Informare per resistere
23 07 2015

LA VOCE DELL’ULIVO PRONTA A DISOBBEDIRE ALL'UE:
PIANTEREMO UN MILIONE DI ULIVI” VIA IL DIVIETO DI IMPIANTO: “FEBBRAIO 2016 È LA SCADENZA DEL NOSTRO ULTIMATUM”

È VIETATO PIANTARE ALBERI DI ULIVO IN SALENTO, questo è di fatto l’imposizione, contenuta nell’ART 5, della Decisione di Esecuzione dell’UNIONE EUROPEA N.789 del 18 Maggio 2015 e ribadita con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 Giugno 2015, N. 84. a Voce dell’Ulivo: “Non siamo più disposti ad accettare diktat da coloro i quali, sotto l’insegna della globalizzazione, stanno portando alla morte i nostri alberi”.

Ancora dall’Associazione: “Chi cercherà di fermarci verrà ricordato, da tutto il mondo e nei secoli, come colui il quale ha impedito, ai custodi della terra, di impiantare il simbolo di Pace e di Vita, l’ULIVO!”.

Il Salento in questi due anni è stato invaso solo da montagne di carte bollate, che hanno portato ad un unico risultato, quello dell’avanzata inesorabile dei disseccamenti dei nostri alberi.

È proprio in questi giorni di caldo torrido che i fenomeni di disseccamento degli ulivi salentini hanno ripreso ad essere più che esponenziali. Quindi a questo punto la Voce dell’Ulivo dice BASTA: “La politica si prodighi una volta per tutte e non ci interessa in che modo, a TRATTARE con l’Unione Europea, per ottenere la deroga al divieto d’impianto di alberi di ulivo, viceversa i nostri agricoltori DISOBBEDIRANNO ALL’UE!”.

Ancora dall’associazione: “Gli alberelli di ulivo verranno acquistati dai vivai salentini e saremo pronti, nel periodo più propizio (Febbraio 2016), a partire con un’operazione massiccia di impianto di ulivi, quasi al pari di un piano olivicolo nazionale”. Infine dall’alleanza: “questo è ciò che promettiamo di fare ed è ciò che i nostri agricoltori ci hanno chiesto per sperare di continuare ad essere i custodi della terra e del Salento”.

Devi effettuare il login per inviare commenti

facebook