Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione. Per prestare il consenso all’uso dei cookies (leggi l'informativa) cliccare su "Accetta".
Zeroviolenza su Facebook 
Zeroviolenza su Twitter  
Canale Youtube di Zeroviolenza  
Zeroviolenza su Google PLus
martedì 11 dicembre 2018



"L'altrove è uno specchio in negativo. Il viaggiatore riconosce il poco che è suo, scoprendo il molto che non ha avuto e che non avrà".
Marco Polo



Il tuo 5x1000 a Zeroviolenza! CF 97524750581

Benefici fiscali

È possibile scegliere se dedurre o detrarre l'importo delle donazioni fatte a Zeroviolenza Onlus.

Per le persone

- In base alla normativa vigente, (L. 190/2014 (c.d. legge di stabilità 2015), art. 1, commi 137 e 138,) le erogazioni liberali sono detraibili ai fini IRPEF nella misura del 26%, per un importo non superiore a € 30.000,00.
- In base alla normativa D.P.R. 917/86 si può scegliere di dedurre dal proprio reddito le donazioni per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato.
- In base al D.L. 35/2005 si possono dedurre dal proprio reddito le donazioni, in denaro ed in natura, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro.

Per le imprese

Le imprese, le società e, più in generale, tutti gli enti soggetti all’imposta sul reddito della società – IRES (tra questi si annoverano società per azioni e in accomandita per azioni; società a responsabilità limitata; società cooperative; società di mutua assicurazione residenti nel territorio dello Stato, enti commerciali ed enti non commerciali),
possono dedurre dal proprio reddito complessivo le erogazioni liberali (donazioni) a favore di Zeroviolenza Onlus fino al limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di € 70.000; Rif.: art. 14 del D.L. n. 35/05 conv. Legge n. 80/05.
I soggetti titolari di reddito d’impresa possono dedurre dal  proprio reddito le erogazioni liberali a favore di Zeroviolenza Onlus per un importo non superiore a € 30.000,00 o  al  2%  del reddito di impresa dichiarato. . Rif.: art.100, comma 2, lett. h) D.P.R. n. 917/86-Testo Unico delle Imposte sui Redditi e Art. 100, comma 2 lett. h) del TUIR.

Articoli correlati